COMPLESSO RESIDENZIALE, SARONNO

Nuovo complesso residenziale in via San Cristoforo a Saronno.
2017 – in corso

Contemporanea tradizione

Tradizione: la finestra, la persiana, l’intonaco colorato, il portico, gli elementi tipici della costruzione lombarda, sono gli ingredienti. Contemporanea: una costruzione funzionale, confortevole, energeticamente performante, che appartiene al presente, ma con una sua identità.

Alle porte del centro storico di Saronno, cerniera con gli edifici degli anni ‘60 e ’70, il nuovo complesso residenziale rivaluta la piazza centrale della città attraverso una rilettura contemporanea degli elementi architettonici della tradizione lombarda.

Questi elementi definiscono una serie di geometrie che disegnano le facciate, e i colori tipici delle case locali ritmano i prospetti, per realizzare un edificio in empatia con il tessuto urbano nel quale si inserisce.

Come in un puzzle, il prospetto dell’edificio è composto idealmente da vari pezzi di facciate, che articolano il fronte e ne riducono la massa e l’impatto visivo.

Un’architettura semplice, rassicurante e viva, facile da costruire, dove la tecnologia non è “urlata” ma è presente, c’è ma non si vede.

Cerniera urbana

Per ridurre l’impatto visivo, il volume è stato alleggerito con un portico continuo al piano terra e un importante arretramento delle facciate al piano attico, mentre la facciata principale è stata a sua volta frazionata in piccoli prospetti.

Nella parte centrale dell’edificio che affaccia su piazza Unità d’Italia, un ‘taglio’ verticale vetrato in corrispondenza di una scala condominiale crea una trasparenza verso la corte interna e fraziona ulteriormente il volume.

Gli spigoli dei punti di flesso delle facciate sono sostituiti con dei vuoti, delle fughe verticali che interrompono le superfici e articolano i prospetti.

L’obiettivo finale è stato quello di trasformare un volume monolitico e impattante in una quinta leggera e articolata per raccordarsi e dialogare con le facciate esistenti, con i colori e i materiali della tradizione.

L’utilizzo di materiali e risorse secondo il principio di ridurre gli eccessi e ottimizzare le prestazioni permette il contenimento dell’impronta ecologica e stabilisce una stretta correlazione tra strutture artificiali e naturali, alla ricerca dell’eccellenza e della funzionalità, per il benessere di chi abiterà in questi spazi.

Privacy e trasparenza

È stato ricreato un attento equilibrio di trasparenza per gli spazi comuni e privacy per quelli privati, così da garantire la visibilità massima e la sicurezza ma al tempo stesso tutelare la privacy delle varie unità abitative.

È stata ricercata qualità non solo per le residenze ma anche per tutti gli spazi comuni, in particolar modo le scale condominiali.

L’architettura delle unità abitative è definita da tre elementi: il serramento, la persiana e la cornice che li contiene.

Tre moduli differenti, uno per il soggiorno, uno per le camere e uno per i bagni che si compongono e definiscono il dinamismo delle varie facciate.

Sul fronte principale, due grandi serramenti scorrevoli aprono verso l’esterno il soggiorno, mentre sul lato sud i terrazzini delle cucine sono protetti da un semplice frangisole che tutela la privacy ma al tempo stesso permette di occultare anche quanto depositato.

Gli appartamenti sono infine realizzati con una ventilazione naturale in quanto presentano un riscontro d’aria tra nord e sud e una climatizzazione con pavimenti radianti.


CREDITI

Località Saronno
Committente Aldir Srl
Superfici lotto 1770 m; commerciale 495 m; residenziale 2090 m; parcheggi 1915 m
Frigerio Design Group Progetto architettonico, Coordinamento generale e Direzione Lavori 
Collaboratori
 E. Frigerio con D. Bona, W. Larteri, M. Roberto,  F. Valido
Strutture Ing. Tettamanti
Impianti NT Engineering
Impresa costruttrice SIGMA Costruzioni