Nuovo Headquarter banca Crédit-Agricole Italia, Parma

Progetto architettonico del nuovo Headquarter Cavagnari della banca Crédit-Agricole Italia.
2008 – 2018

 

 Green Life

 

Massima superficie verde e minima impronta ecologica per il nuovo headquarter della banca Crédit-Agricole Italia. Uffici innovativi in ottica smart-working e un grande parco: il cuore verde.

 

Green Life rispetta l’ambiente e riporta la persona al centro perché come comune denominatore dell’intero progetto ha una sensibilità rivolta alle risorse, sia energetiche che umane.

 

L’ambiente e l’architettura

I nuovi volumi dell’headquarter, generati dalle geometrie dell’insediamento originario di Vico Magistretti mantenuto a testimonianza di un’epoca, sono disposti sul perimetro dell’area per custodire, al centro, un grande parco.

L’architettura nasce dal contesto e lo valorizza facendosi espressione di una città, di una società e di una storia, e assumendo al contempo carattere e personalità nuovi: è un intervento dalla minima impronta ecologica che manifesta una nuova coscienza ambientale e imprenditoriale.

Il complesso si articola in tre volumi: i due Ecouffici collegati attraverso un Forum ricoperto da una ‘collina verde’. I parcheggi e gli impianti sono invece interrati così da avere la massima superficie per il parco.

Il Forum, spazio polifunzionale, punto di aggregazione e di incontro, ospita reception, punto di ristoro e il nuovo ristorante aziendale che è caratterizzato da diversi allestimenti e arredi tali da consentirne l’utilizzo anche come area meeting e riunioni: un ‘paesaggio’ flessibile e diversificato che, immerso nel verde del parco, gode di molta luce naturale.

Gli Ecouffici sono bioclimatici secondo la strategia energetica ‘minimo, semplice e verde’.
Scelte formali e costruttive riducono le manutenzioni grazie all’impiego di particolari e materiali durevoli e riciclabili.

 

Risorse umane: uffici smart-living

Gli uffici sono stati progettati in ottica smart-working per venire incontro alle esigenze di un nuovo modo di lavorare flessibile e in grado di riportare la persona al centro.

Welcome point, aree break e relax di ultima generazione, un nuovo auditorium e nuovi spazi di ristorazione polifunzionali, uffici open-space e meeting rooms tecnologiche, lockers personali, focus room, telephone boot, connessione wi-fi estesa, fax dematerializzati per meno carta e più interattività.

Una progettazione, quella di Frigerio Design Group, in sintonia con il cambiamento che Crédit-Agricole ha messo in atto: dall’ambiente all’ambiente di lavoro, dallo smart-working allo smart-living, dalla collaborazione alla condivisione.

Il progetto di interior diventa così strumento di comunicazione di una nuova cultura aziendale che pensa al benessere dei lavoratori come valore aggiunto e potente fattore di crescita.

 

Risorse green: il grande parco

Il ‘Parco Arboretum Crédit Agricole’, di grande qualità paesaggistica e ambientale, ricco di contenuti e possibilità di utilizzo per tutti i dipendenti della banca, non è solo utilizzato per la sua valenza paesaggistica e ambientale ma anche come generatore di microclima estivo.

Oltre ai 500 nuovi alberi dell’arboretum, migliaia di arbusti e piante ornamentali in una nuova piazza, in un anfiteatro con giardino dei fiori, costituiscono un polmone verde di oltre 7 ettari, che si confronta con i maggiori parchi cittadini, per dimensione, valore di biomassa e alto contenuto di biodiversità.

 

Energia e sostenibilità

A livello climatico la strategia adottata è stata quella di massimizzare gli aspetti energetici passivi per ridurre al minimo gli apporti energetici attivi, e per l’energia necessaria utilizzare fonti rinnovabili: ‘risparmio energetico’ inteso anche come contributo al miglioramento ambientale.

Pannelli radianti a soffitto integrati con ricambi d’aria sul perimetro, ventilazioni naturali nelle mezze stagioni e ‘free cooling’ notturno: per i vari ambienti interni il progetto introduce il concetto di ‘comfort sensoriale’, ovvero l’ottimizzazione della qualità degli spazi in termini igrotermici, acustici e illuminotecnici, massimizzando la captazione della luce naturale e utilizzando un sistema di illuminazione a led autoregolabile con sensori.

Il complesso è alimentato da un impianto geotermicodi 800 KW e da un impianto fotovoltaico di 428 KW, e ha un impianto di fitodepurazione delle acque grigie che permette di riciclare l’acqua dei lavandini per l’irrigazione dei giardini e le cassette degli sciacquoni.

Il complesso è certificato Leed Gold.

 

Green Life è un headquarter ecosostenibile sia per l’ambiente esterno della natura che per quello interno ‘umano’ di un’azienda fatta di persone e valori condivisi, espressione del nuovo approccio ‘smart and green’ con cui Crédit-Agricole ha rinnovato la sua brand identity.

 


PREMI E RICONOSCIMENTI

  • TROPHEE HORIZON 2013 INNOVATION DURABLE
  • Certificazione LEED GOLD

 


CREDITI

Committente Crédit-Agricole Italia
Superfici lotto 153.900 m2 ; ecouffici 9.800 m; forum-mensa 2.100 m; parcheggio interrato 4.900 m; locali tecnici e magazzini piani interrati 2.700 m; auditorium 1.750 m; ingresso 180 m2
Frigerio Design Group Coordinamento generale / Procedure urbanistiche / concept / progetto definitivo ed esecutivo / Direzione Artistica
Collaboratori  Enrico Frigerio con Daniele Bona (capo progetto), Carola Ginocchio (capo progetto interni), Fabio Valido, Marta Verdona, Daniela Galletti, Daniele Gesualdo, Monica Russotto, Paula Vier, Anna Tsareva, M. Bersano, F. Biassoni, F. Calcagno, A. Capurro, L. Corino, A. Cutrupi, F. De Costanzo, E. Masala, R. Pais, L. Pastorino, M. Piovini, G. Pisani, M. Origoni, I. Raineri
Strutture Policreo s.r.l.
Impianti Politecnica
Geologia e Geotecnica EN GEO s.r.l. Engeneering Geology
Direzione Lavori Ing. Giulio Burchi
Responsabile dei lavori Borrini Ingg. associati
Acustica Materiacustica e AIDA
Certificazione LEED Politecnica
General Contractor Pizzarotti & C. Spa e Unieco Soc. Coop.