Nuovo Headquarter banca Crédit-Agricole Italia, Parma

Progetto architettonico del nuovo Headquarter Cavagnari della banca Crédit-Agricole Italia.
2008 – 2018

 

 Green Life

 

Massima superficie verde e minima impronta ecologica per il nuovo headquarter della banca Crédit-Agricole Italia. Uffici innovativi in ottica smart-working e un grande parco: il cuore verde.

 

Green Life rispetta l’ambiente e riporta la persona al centro perché come comune denominatore dell’intero progetto ha una sensibilità rivolta alle risorse, sia energetiche che umane.

 

L’ambiente e l’architettura

I nuovi volumi dell’headquarter, generati dalle geometrie dell’insediamento originario di Vico Magistretti mantenuto a testimonianza di un’epoca, sono disposti sul perimetro dell’area per custodire, al centro, un grande parco.

L’architettura nasce dal contesto e lo valorizza facendosi espressione di una città, di una società e di una storia, e assumendo al contempo carattere e personalità nuovi: è un intervento dalla minima impronta ecologica che manifesta una nuova coscienza ambientale e imprenditoriale.

Il complesso si articola in tre volumi: i due Ecouffici collegati attraverso un Forum ricoperto da una ‘collina verde’. I parcheggi e gli impianti sono invece interrati così da avere la massima superficie per il parco.

Il Forum, spazio polifunzionale, punto di aggregazione e di incontro, ospita reception, punto di ristoro e il nuovo ristorante aziendale che è caratterizzato da diversi allestimenti e arredi tali da consentirne l’utilizzo anche come area meeting e riunioni: un ‘paesaggio’ flessibile e diversificato che, immerso nel verde del parco, gode di molta luce naturale.

Gli Ecouffici sono bioclimatici secondo la strategia energetica ‘minimo, semplice e verde’.
Scelte formali e costruttive riducono le manutenzioni grazie all’impiego di particolari e materiali durevoli e riciclabili.

 

Risorse umane: uffici smart-living

Gli uffici sono stati progettati in ottica smart-working per venire incontro alle esigenze di un nuovo modo di lavorare flessibile e in grado di riportare la persona al centro.

Welcome point, aree break e relax di ultima generazione, un nuovo auditorium e nuovi spazi di ristorazione polifunzionali, uffici open-space e meeting rooms tecnologiche, lockers personali, focus room, telephone boot, connessione wi-fi estesa, fax dematerializzati per meno carta e più interattività.

Una progettazione, quella di Frigerio Design Group, in sintonia con il cambiamento che Crédit-Agricole ha messo in atto: dall’ambiente all’ambiente di lavoro, dallo smart-working allo smart-living, dalla collaborazione alla condivisione.

Il progetto di interior diventa così strumento di comunicazione di una nuova cultura aziendale che pensa al benessere dei lavoratori come valore aggiunto e potente fattore di crescita.

 

Risorse green: il grande parco

Il ‘Parco Arboretum Crédit Agricole’, di grande qualità paesaggistica e ambientale, ricco di contenuti e possibilità di utilizzo per tutti i dipendenti della banca, non è solo utilizzato per la sua valenza paesaggistica e ambientale ma anche come generatore di microclima estivo.

Oltre ai 500 nuovi alberi dell’arboretum, migliaia di arbusti e piante ornamentali in una nuova piazza, in un anfiteatro con giardino dei fiori, costituiscono un polmone verde di oltre 7 ettari, che si confronta con i maggiori parchi cittadini, per dimensione, valore di biomassa e alto contenuto di biodiversità.

 

Energia e sostenibilità

A livello climatico la strategia adottata è stata quella di massimizzare gli aspetti energetici passivi per ridurre al minimo gli apporti energetici attivi, e per l’energia necessaria utilizzare fonti rinnovabili: ‘risparmio energetico’ inteso anche come contributo al miglioramento ambientale.

Pannelli radianti a soffitto integrati con ricambi d’aria sul perimetro, ventilazioni naturali nelle mezze stagioni e ‘free cooling’ notturno: per i vari ambienti interni il progetto introduce il concetto di ‘comfort sensoriale’, ovvero l’ottimizzazione della qualità degli spazi in termini igrotermici, acustici e illuminotecnici, massimizzando la captazione della luce naturale e utilizzando un sistema di illuminazione a led autoregolabile con sensori.

Il complesso è alimentato da un impianto geotermicodi 800 KW e da un impianto fotovoltaico di 428 KW, e ha un impianto di fitodepurazione delle acque grigie che permette di riciclare l’acqua dei lavandini per l’irrigazione dei giardini e le cassette degli sciacquoni.

Il complesso è certificato Leed Gold.

 

Green Life è un headquarter ecosostenibile sia per l’ambiente esterno della natura che per quello interno ‘umano’ di un’azienda fatta di persone e valori condivisi, espressione del nuovo approccio ‘smart and green’ con cui Crédit-Agricole ha rinnovato la sua brand identity.

 


PREMI E RICONOSCIMENTI

  • TROPHEE HORIZON 2013 INNOVATION DURABLE
  • Certificazione LEED GOLD

 


CREDITI

Località Parma
Committente Crédit-Agricole Italia
Superfici lotto 153.900 m; ecouffici 9.800 m; forum-ristorante 2.100 m; parcheggio interrato 4.900 m; locali tecnici e magazzini piani interrati 2.700 m; auditorium 1.750 m; ingresso 180 m2
Progetto architettonico, Coordinamento generale e Direzione Artistica Frigerio Design Group
Collaboratori
 E. Frigerio con D. Bona (capo progetto), C. Ginocchio (capo progetto interni); progetto definitivo ed esecutivo: D. Galletti, D. Gesualdo, M. Russotto, F. Valido, P. Vier, A. Tsareva, M. Verdona,  M. Bersano, F. Calcagno, R. Pais; concept: A. Capurro, A. Cutrupi, F. De Costanzo, E. Masala.
Strutture Policreo s.r.l.
Impianti Politecnica Ingegneria e Architettura
Progetto del parco AG&P Greenscape
Geologia e Geotecnica EN GEO s.r.l. Engineering Geology
Direzione Lavori Ing. Giulio Burchi
Responsabile dei Lavori Borrini Ingg. Associati
Acustica Materiacustica e AIDA
Certificazione LEED Politecnica Ingegneria e Architettura
General Contractor Pizzarotti & C. Spa e Unieco Soc. Coop.
Photo credits Enrico Cano / Mario Carrieri