CALL CENTER E UFFICI GENIALLOYD 1885, Milano

Call center e uffici per la compagnia di assicurazioni Genialloyd 1885 a Milano.
1998

 

CALL CENTER

 

Con il ‘call center’, un nuovo modo di lavorare in cui distanza e tempo vengono annullati: il rapporto con il cliente corre attraverso il cavo telefonico, un contatto immediato e un servizio sempre disponibile per risolvere ogni problema.

 

 

Il progetto doveva  definire l’immagine dell’azienda e soddisfare l’alto contenuto tecnologico tipico di queste attività. Abbiamo pensato ad un ambiente con una marcata personalità, con posti di lavoro e spazi confortevoli e flessibili. Si è voluto contrapporre alla frenesia e allo stress di quest’attività lavorativa uno spazio rilassante; al grigiore degli uffici e della città un ambiente  colorato, caldo, quasi ‘domestico’.

 

Il call center si colloca in un edificio esistente e si sviluppa su due piani per una superficie complessiva di 2600 mq e un numero di 200 posti di lavoro.

 

In pianta gli spazi si sviluppano lungo percorsi lineari, per facilitare l’orientamento; sul perimetro esterno si collocano le funzioni operative, per sfruttare la migliore qualità della luce naturale; verso la corte interna tutti gli spazi di servizio.

 

Per rendere più immediata la percezione delle varie attività le finiture sono realizzate in materiali e colori differenti. In particolare, nello spazio rigoroso e geometricamente ordinato degli uffici open space, ci sono delle ‘isole funzionali’, definite da superfici curve d’alluminio colorato, che invadono parzialmente i percorsi e contengono tutte quelle attrezzature comuni a vari nuclei operativi.

 

Le pareti che racchiudono gli spazi di servizio sono invece rivestite con un boiserie in legno di faggio.

 

Un rigoroso controllo della luce e dell’acustica, insieme alla flessibilità degli spazi, sono stati particolarmente curati nel progetto, per ottenere il massimo comfort.
La luce, naturale o artificiale che sia, è definita con qualità differenti secondo gli usi, ed è controllata nella quantità per garantire sempre un livello di illuminazione ottimale per ridurre l’affaticamento degli operatori che utilizzano il videoterminale.

 

Per insonorizzare gli spazi sono stati impiegati materiali e soluzioni particolari come i plafoni fonoassorbenti a soffitto in lamiera microforata.

 

I posti di lavoro sono organizzati a gruppi di quattro, disposti perpendicolarmente alle facciate per ridurre il fenomeno del riflesso sui monitor; ogni posto è protetto da tre pannelli fonoassorbenti che definiscono e isolano un micro-spazio, ma al tempo stesso permettono di comunicare con i compagni di lavoro e di percepire tutta la profondità degli uffici.

 

I piani di lavoro sono realizzati con un materiale antiriflesso di colore verde acqua chiaro, per essere più riposante , mentre i pannelli sono rivestiti in tessuto di colore blu scuro per assorbire, oltre ai rumori, la luce ed eliminare i fenomeni di abbagliamento.

 

Per i momenti di relax e di ristoro si è progettato uno spazio speciale, ricreando un’atmosfera ‘di casa’, una sorta di ‘camera di decompressione’.
Quando si varca la soglia delle porte che separano gli uffici da questi spazi, gli arredi ed i materiali cambiano. Il pavimento è in legno di faggio, le luci sono dei paralumi, c’è il divano con le poltrone, la libreria con la televisione e la musica, dei tavoli in faggio con sedie di vari colori: il ‘soggiorno di casa’ dove incontrarsi, discutere e leggere in libertà. Il tutto è completato da una cucina ben attrezzata. Questa zona ha inserita una parete mobile, che può essere spostata per realizzare un locale più grande per proiezioni o assemblee.

 

Il call center è composto anche da un importante dotazione di sofisticati impianti che alimentano i vari posti di lavoro; a tal fine si previsto un pavimento sopraelevato, per integrare e modificare nel tempo le varie alimentazioni delle scrivanie.

 

Lo spazio è stato reso flessibile anche con l’inserimento di impianti modulari che permettono di realizzare, in tempi successivi, uffici chiusi senza dover effettuare interventi onerosi.

 


CREDITI

Committente Genialloyd 1885
Superfici 2600 mq
Incarico Definitivo / Esecutivo / Direzione artistica
Ruolo Architetto mandatario
Gruppo Strutture: Redesco srl / Impianti: Ariatta ingegneria